A A
RSS

Comunicazione e verità

Nella stesura di un testo sul tema dell’amicizia (di cui abbiamo già parlato di recente) mi imbatto in un aneddoto  più che conosciuto attribuito a Socrate. Mi piace nella sua pratica semplicità, ma soprattutto mi intriga per la sua utilità nella vita di tutti i giorni. Eccolo qui di seguito:

Un giorno il filosofo greco incontrò un conoscente, che gli disse: «Socrate, lo sai cosa ho appena saputo riguardo al tuo più caro amico?».

«Aspetta un attimo!», ribattè Socrate. «Prima che tu mi dica qualcosa, voglio fare il test del triplo filtraggio».

«Il test del triplo filtraggio?», chiese il conoscente.

«Esatto!», replicò Socrate.

«Prima che tu dica qualcosa sul mio miglior amico, ecco il primo test del filtraggio: la verità! Sei sicuro che quello che mi vuoi raccontare è vero?».

«Beh, no…», rispose il conoscente, «in effetti l’ho solo sentito dire…».

«Bene… quindi non sai se è vero oppure no…».

«Quindi passiamo al secondo filtraggio: la bontà. Quello che mi vuoi raccontare è una cosa buona?».

«No, anzi!», rispose il conoscente.

«Bene, quindi mi vuoi raccontare qualcosa di negativo sul suo conto…».

Ed ora l’ultimo filtraggio: l’utilità! Quello che mi vuoi dire sul mio miglior amico, avrà una qualche utilità per me?».

«No, penso proprio di no…».

«E dunque», continuò Socrate, «quello che mi vuoi raccontare non è vero, non è niente di buono e non mi è di utilità! E allora perché me lo vuoi raccontare?».

***

Fulminante! Chissà perché, di colpo mi viene in mente la nostra tanto decantata civiltà della comunicazione, con i suoi roboanti corollari fatti di “libertà di stampa, di opinione e di pensiero”. Niente di più giusto. Guai se questi diritti non fossero riconosciuti dal senso comune…

Tuttavia, mi resta un gusto d’amaro in bocca. Tutta questa libertà – tutto questo ricorso al diritto di espressione – quasi sempre si dimentica del senso dell’etica. Cosa diventerebbero i nostri giornali, i nostri notiziari televisivi, i nostri commenti “a caldo” sugli eventi del giorno, se ogni professionista della comunicazione esercitasse questo semplice test?

Provate a immaginare: verità, bontà, utilità. Cioè vera comunicazione. Niente pettegolezzi, niente calcoli o strategie, niente calunnie. Solo contenuti, filtrati alla base da criteri etici.

Avremmo meno carta straccia in giro, meno sigle roboanti, meno dietrologie e un po’ più di sostanza delle cose. Probabilmente anche meno pubblicità (o, magari, l’avremo lo stesso, perché l’economia lo esige, con l’avvertenza “questa comunicazione non è stata per nulla sottoposta al test del triplo filtraggio”).

Qualche notte mi capita di sognare.

Photo credits: FlickrCC

Popularity: 9% [?]

Articoli Correlati:


Tags: , , , , ,

5 Commenti per questo articolo

  1. Franz scrive:

    Avremmo anche meno amici… probabilmente rimarrebbero solo quelli veri. Per chi ne ha, ovviamente.
    Una preoccupante desolazione, n’est pas?

  2. Giuseppe scrive:

    Splendido post Mauro!
    Mi fa venire in mente del perché io, che nella vita ho avuto centinaia e centinaia di amici, man mano ho deciso di tenerli alla larga: perché continuamente qualcuno veniva a raccontarmi male di qualche altro. Io, che non conoscevo la tecnica del triplice filtraggio, comunque ci rimanevo male e imbarazzato, e spesso dicevo chiaramente che la cosa non mi piaceva per nulla. Detestavo le critiche e i pettegolezzi sugli assenti. RISULTATO: ORA SO DI AVERE POCHISSIMI “AMICI” però mi sono liberato di quelli falsi e dei pettegolezzi e le critiche…e sto benone.

  3. Sebastiano scrive:

    Bello, lo ricordavo raccontato da Osho? Ma da dove è tratto? Grazie ciao :)

  4. Fede scrive:

    Forse ci vorrà un milioncino di anni perché questi crismi vengano adoperati in modo naturale dalla gente di questo pianeta…

  5. Massimo scrive:

    questi sono dei giusti criteri da usare prima di tutto nella comunicazione con noi stessi, perché menzogna e ipocrisia partono da li !

    Prima l’essere umano se la racconta, poi si autoconvince infine è pronto per il mondo!!

    Quante volte ho riscontrato questa tendenza, a partire da me stesso !

    Una battaglia che non sembra finire mai,
    ma che va vinta ad ogni costo.

Scrivi un commento

Advertise Here

Sondaggio

Ti interessa il libro sul rilassamento?

Guarda risultati

Loading ... Loading ...

Add to Technorati Favorites
You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Popularity: 97% [?]

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Popularity: 100% [?]

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Popularity: 99% [?]

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

Popularity: 99% [?]

Last referers

Visitors Online


Programmi Gratis Blog Directory voli economici firenze